L’Entropia del Coleottero

16 giugno 2012 § Lascia un commento

Davanti allo specchio sono bionda, del biondo dell’estate e bianca, ma del bianco dell’inverno.
Sto dritta in piedi e mi guardo. La mia testa si divide in due malamente, con una riga molto a destra che quasi cade dalla testa. Da quella riga spruzzano capelli radi e bianchissimi, che lasciano scoperto il cuoio capelluto, rosa come la pancia di un maiale.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Gli uccelli migrano a tutte le ore

5 luglio 2011 § Lascia un commento

Non sempre va benissimo. La capacità di riempire i buchi nei muri con lo stucco in modo uniforme la si apprende col tempo. Un po’ come si apprende che i quadri non stanno su appesi ai chiodi piantati alla carlona col martello. Le viti, ci vogliono le viti, e il trapano e lo straccio inumidito sotto ad acchiappar fior fior di cemento disarmato che sbriciola via come fuliggine.

Così, soltanto dopo una miriade di buchi mal fatti, buchi sghembi, buchi storti, voragini e scolpite, uno impara a dar retta ai tutorial. A conoscere la pesantezza della propria mano, la forza dell’avambraccio che tiene e l’ampiezza della conca che il palmo prepara. E allora sì che ci si propone. Li faccio io i buchi nel muro, si dice agli astanti incapaci.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Dove sono?

Stai esplorando le voci con il tag sangue su opzioniavariate.