LOSTENFAUND

29 maggio 2014 § Lascia un commento

lostenfaund

Mi piace parlare bene delle cose buone, anche se parlarne male potrebbe essere più costruttivo. Lostenfaund è un progetto creativo che mette insieme la gente. Si leggono, ascoltano, riprendono storie ammassate in valigie tematiche che una sera si decide di vuotare. A Greenbox di Via Sant’Anselmo 25 (Torino) il prossimo Venerdì 30 Maggio dalle 22.00 tutti fanno tutto: pescano da una valigia di soli calzini e li mostrano al pubblico, ma in modo ordinato. E così un calzino sul naso, uno sull’orecchio, uno appeso al coccige (per chi è talmente preistorico da poterselo permettere). Un mercato di calzini altrui, letti da venditori di calzini davanti a gente scalza o spaiata. E, poiché un calzino resta un grumo se non si srotola per bene, Andrea Tomaselli e Valeria La Rocca li srotolano per noi. Gli altri, in silenzio, naso tappato, ascoltano.

 Schermata 2014-05-28 a 23.40.02

Qui sotto trovate la versione evoluta di un mio vecchio racconto che si chiama Duck Holiday e che si legge Venerdì a Torino (sì tiro fuori roba vecchia dai cassetti, è l’inizio della fine, va bene).

Eccolo qui, Duck Holiday.

È stato quando le ho chiesto quanti erano che Diana mi ha guardato. Non lo fa mai, non ce l’ha l’abitudine di guardarmi negli occhi mentre scopiamo. Li tiene aperti sulle cose attorno, tutte cose che non sono io; li muove a destra e a sinistra come biglie di vetro. Per un attimo penso a quegli occhi che non mi guardano. E se non fossero i suoi?, mi dico. E se qualcuno se li fosse scordati sul suo viso?, magari uno di quelli prima di me. Non faccio che cercarli, muovo la testa a piccoli scatti, li trovo per un attimo: poi li perdo, come un’occasione, di quelle che non tornano; e se così fosse?, perché dico, non so se ci riesco a scopare con una che non ha gli occhi da nessuna parte.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Annunci

Il Verde Potenziale – il READING

7 luglio 2013 § Lascia un commento

verde pot_grillo

[ascoltami – fagnano la rossa]

«Quando è così me ne andrei in Albania. Oppure a Gallipoli. Se avessi la macchina, o un aereo di quelli piccoli che atterrano sui campi farei dei viaggi che nemmeno mi vengono in mente tutti. Potrei nascondermi, non mi vedrebbe nessuno; mi farei trasportare dagli altri e andrei dove decidono loro. Sono talmente stecco che potrei mettermi al posto del gilet di salvataggio degli aerei o nelle tasche di plastica che stanno accanto ai sedili delle macchine, insieme agli occhiali da sole e all’autoradio. Sdraiarmi stretto stretto sopra i tergicristalli dei pullman e farmi sbatacchiare come al luna park. Potrei fare le voci, spaventare tutto l’equipaggio e prendere il comando del vascello o dell’astronave… e poi? Poi me ne tornerei qualche giorno a Valona, da mio cugino Dedë; potremmo farci un po’ di mare che io ero troppo piccolo e il mare di Valona non me lo ricordo. Mamma dice che non è possibile, che dal finestrino l’Adriatico si vedeva eccome. E per finestrino intende quello dell’aereo, perché io, in Italia, ci sono venuto con l’Air France, mica con la barca. Sennò figurarsi se me lo dimenticavo, il mare.»

[ascoltami – fagnano la verde]

Martedì 9 Luglio alle ore 21.00

26per1, Elaborando Coop. Soc., Fondazione Cariplo

presentano

Il Verde Potenziale – il READING

VETRONOVA – Live Concert

presso

Parco AVIS/AIDO – zona Biblioteca Emzo Biagi

Fagnano Olona (VA)

La Casa dello Studente – reading & sound

2 marzo 2013 § Lascia un commento

conni

Dopo l’inferno di ieri torniamo alle atmosfere casalinghe de “il futuro è pieno di fiori”. Il reading musicato con il sound elettronico di Francesco Tosi. Questa volta protagonisti saranno testi nuovi (di cui un inedito) letti da me e Marconadrea Spinelli.

Dove? La location è d’eccezione: saremo infatti alla Casa dello Studente di viale Stelvio 57 a Busto Arsizio, che ospita ragazzi frequentanti scuole fuori sede ed è gestita dalla Cooperativa “Il Villaggio in Città”.

L’entrata è ad offerta libera e all’interno troverete un dolce buffet.

Vi aspettiamo stasera dalle 21h00

Il futuro è pieno di fiori

presso

La Casa dello Studente

di viale Stelvio 57 a Busto Arsizio (Va)

Il futuro è di chi lo fa.

15 gennaio 2013 § Lascia un commento

Il futuro è di chi lo fa.

Migrando è un posto bellissimo. Aperto o chiuso rimane un posto che certe città si sognano. A Busto, in centro, con un cortile vero, che d’estate si attraversa a fatica perché è zeppo di ragazzini che giocano a calcio saponato.

Migrando però è anche una Bottega di Commercio Equo e Solidale e come tale sostiene economicamente progetti di lavoro nei paesi in via di sviluppo, acquistandone i prodotti e prefinanziandone la commissione. Migrando sta attraversando un momento difficile e come lei tutto il mondo del commercio equo. La crisi, lo sappiamo, viene da lontano e il commercio equo ne è investito come ogni altro ambito commerciale. Solo che qui i margini sono risicati, il prezzo trasparente non si tocca.

Quest’anno Migrando fa un’eccezione, sconta tutto l’artigianato al 25% e smette di guadagnare, Non tocca il compenso dei progetti che sostiene, tocca se stessa, svuota il magazzino, prende tempo, deve ripensarsi. E lo fa di domenica, quando di solito dorme. Per questo Migrando è eccezionale. Per questo tu non puoi mancare.

Domenica 20 Gennaio presso la sede di Migrando la Bottega, via Pozzi 3, Busto Arsizio, 26per1 organizza uno SLAM POETRY con scrittori, musicisti, poeti di Busto Arsizio e dintorni, per parlare di Busto e per farla ancora vivere.

Dalle 18, 26per1 porterà tra le mura della Bottega uno spettacolo improvvisato, fatto di brevi testi originali e musiche, e nel cortile, che ha ospitato tante possibilità culturali e sociali, non mancherà neanche qualche bicchiere di vin brulè. Poesia, musica e racconti, con la consapevolezza che le cose buone di una città debbano essere sostenute, difese e salvaguardate.

Il futuro è di chi lo fa.

Domenica 20 Gennaio, dalle ore 18

@Migrando La Bottega,

via Pozzi 3 a Busto Arsizio

SLAM!

Qualunque cosa si dica in giro, parole e idee possono cambiare il mondo.

Stasera, più sedie.

17 dicembre 2012 § Lascia un commento

sempre a iglooballerino i ringraziamenti per la grafica

sempre a iglooballerino i ringraziamenti per la grafica

Stasera l’associazione 26per1 ripete la lettura di qualche racconto da “Il futuro è pieno di fiori” , edito da NoReply, Milano. Rispetto a ieri i racconti cambiano e cambiano gli spazi. Questa sera sono quelli della Libreria Boragno – Via Milano – Busto Arsizio e si comincia alle 21h00. Leggiamo io e Naima suona Francesco Tosi e presenta 26per1. L’entrata è libera e gratuita.

Ringraziamo la Libreria Boragno per gli spazi di stasera, il Millenote Club per gli spazi di ieri e chiunque vorrà avere il reading nei suoi spazi. Per chi volesse comprare il libro lo trova qui ma anche in libreria. Per chi invece vuole solo ascoltarlo ci vediamo stasera.

Alla fin fine, la letteratura vince sempre. Per questo abbracciamo Follelfo e NoReply che ci credono più di tutti.

Anarchy Tour a Busto Arsizio (in supporto ai Sex Pistols)

27 novembre 2012 § Lascia un commento

grazie a igloooballerino per il volantino liberty e trentenne.

In un tempo non molto lontano i Lago Morto fecero un tour di non so quante date, tutte a Conegliano Veneto. Io e 26per1 vogliamo emularli nella nostra penosa terra natia, BA21052.

Il 28 novembre esce Il futuro è pieno di fiori, Ed. NoReply. 26per1 lo legge domenica 16 dicembre al Millenote Club (Nuova Busto Musica) e lunedì 17 alla Libreria Boragno (Via Milano) di Busto Arsizio. Se hai tempo e voglia di venire, vieni.

Domenica c’è l’aperitivo, lunedì molte più sedie, capisci quali sono le tue priorità. Volendo, martedì non c’è niente, nemmeno il reading.

ONDECORTE@Migrando la Bottega

18 giugno 2012 § Lascia un commento

Perché noi non ne abbiamo mai abbastanza. Di musica, parole, immagini, storie.

Per mercoledì 27 giugno a partire dalle 21h00 presso la Corte di Migrando la Bottega in Via Pozzi 3, a Busto Arsizio, 26per1 presenta ONDECORTE una serata dove niente è tradizionale e musica, narrazione e videoarte saranno l’uno naturale complemento dell’altro.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Dove sono?

Stai esplorando le voci con il tag reading su opzioniavariate.