Migrando #2

9 maggio 2013 § Lascia un commento

Ebbene è proprio così. Migrando la Bottega, che da tre mesi a questa parte era stata costretta a chiudere (complici la crisi economica, la sfiga, la congiunzione astrale) da sabato 11 maggio riapre in via San Michele 7 a Busto Arsizio (accanto al parcheggio sterrato gratuito dietro la chiesa di San Michele) e torna ad essere il cuore pulsante della nostra città. Vi ricordate lo Slam! che si era fatto tra amici lo scorso 20 gennaio? La sensazione che senza Migrando Busto potesse soffocare: che una bottega piccola e combattiva soccombesse alle forze dei grandi e con lei andassero perse tante battaglie, Acquabenecomune, la Rete Lilliput, le serate per Genova, Corteincircuito, l’Associazione Solidale, la Cooperativa Elaborando… Avevamo tutti l’amaro in bocca, la certezza che stessimo perdendo un’occasione, che la nostra città stesse all’improvviso divenendo peggiore.

Per questo non potrete mancare all‘inaugurazione di questo nuovo spazio che ospiterà non solo Migrando la Bottega (commercio equo e solidale) ma anche Ce l’hai? (usato per bambini) e IMPRONT’ART (riciclo creativo). Si ringrazia la cooperativa L’Impronta per il miracolo. Si ringraziano Valeria, Wanda, Sara e tutti i volontari per la tenacia (e perché non abbiamo mai smesso di crederci).

E ci vediamo Sabato 11 maggio dalle 17h00, in Bottega: la storia ricomincia.

(Per chi ancora non ha capito dov’è, l’appuntamento è alla vecchia bottega di Via Pozzi 3, sempre alle 17, per un corteo danzante che scorterà i malcapitati direttamente in Via San Michele 7)

[S]oggetti

Annunci

Slam! (The day after)

21 gennaio 2013 § 2 commenti

Quella di ieri sera, domenica 20 gennaio 2013, è stata una serata importante. Grazie alle parole di molti amici di Migrando la Bottega e alle poesie in musica di Apache 2012, 26per1 ha salutato un luogo importante, che resterà a lungo nell’immaginario di chi in bottega è cresciuto. Per Migrando è tempo di ricominciare e spero possa farlo nel migliore dei modi possibili. (E anche in fretta.)

Migrando è una grande bottega di commercio equo e solidale che ora cerca un nuovo ente che possa prendersi cura di lei e della città di Busto Arsizio come la Cooperativa Elaborando ha fatto fino ad oggi. Avete tempo fino al 31 gennaio per approfittare degli sconti (il 25% su tutto l’artigianato)  e per proporre a Migrando una nuova vita.

Qui sotto trovate il testo che ho letto ieri e che sarà inserito in un ebook scaricabile gratuitamente dal sito dell’associazione 26per1.

Slam@Migrando la Bottega – La prima volta

La prima volta che sono entrata in Bottega era il 2001, era novembre e c’era in corso una guerra.
Sono passata dalla porticina della stanza grande, mi sono tolta il cappello di lana e ho tirato dritto. Avevo sedici anni e una spocchia tanta che era chiaro che non avrei salutato. C’erano due ragazze attorno ad un tavolo, ma non le ho guardate in faccia. Una era seduta su uno sgabello, l’altra le dondolava di fronte appesa al ripiano di legno coi gomiti puntati. Lo so perché le ho intraviste, le posizioni sono cose che uno vede anche se non vuole.
Ho girato subito a destra, nella stanza dove oggi c’è la cassa, perché era lì che nessuno mi avrebbe scocciato chiedendomi se avessi bisogno qualcosa. A destra c’era il tavolo che c’è adesso (forse) e un mucchio di roba di coccio; i cesti, dei campanacci in ferro battuto, le tasche di iuta a penzoloni. C’era da stare attenti a muoversi con lo zaino e i sonagli sparsi in giro.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Il futuro è di chi lo fa.

15 gennaio 2013 § Lascia un commento

Il futuro è di chi lo fa.

Migrando è un posto bellissimo. Aperto o chiuso rimane un posto che certe città si sognano. A Busto, in centro, con un cortile vero, che d’estate si attraversa a fatica perché è zeppo di ragazzini che giocano a calcio saponato.

Migrando però è anche una Bottega di Commercio Equo e Solidale e come tale sostiene economicamente progetti di lavoro nei paesi in via di sviluppo, acquistandone i prodotti e prefinanziandone la commissione. Migrando sta attraversando un momento difficile e come lei tutto il mondo del commercio equo. La crisi, lo sappiamo, viene da lontano e il commercio equo ne è investito come ogni altro ambito commerciale. Solo che qui i margini sono risicati, il prezzo trasparente non si tocca.

Quest’anno Migrando fa un’eccezione, sconta tutto l’artigianato al 25% e smette di guadagnare, Non tocca il compenso dei progetti che sostiene, tocca se stessa, svuota il magazzino, prende tempo, deve ripensarsi. E lo fa di domenica, quando di solito dorme. Per questo Migrando è eccezionale. Per questo tu non puoi mancare.

Domenica 20 Gennaio presso la sede di Migrando la Bottega, via Pozzi 3, Busto Arsizio, 26per1 organizza uno SLAM POETRY con scrittori, musicisti, poeti di Busto Arsizio e dintorni, per parlare di Busto e per farla ancora vivere.

Dalle 18, 26per1 porterà tra le mura della Bottega uno spettacolo improvvisato, fatto di brevi testi originali e musiche, e nel cortile, che ha ospitato tante possibilità culturali e sociali, non mancherà neanche qualche bicchiere di vin brulè. Poesia, musica e racconti, con la consapevolezza che le cose buone di una città debbano essere sostenute, difese e salvaguardate.

Il futuro è di chi lo fa.

Domenica 20 Gennaio, dalle ore 18

@Migrando La Bottega,

via Pozzi 3 a Busto Arsizio

SLAM!

Qualunque cosa si dica in giro, parole e idee possono cambiare il mondo.

ONDECORTE@Migrando la Bottega

18 giugno 2012 § Lascia un commento

Perché noi non ne abbiamo mai abbastanza. Di musica, parole, immagini, storie.

Per mercoledì 27 giugno a partire dalle 21h00 presso la Corte di Migrando la Bottega in Via Pozzi 3, a Busto Arsizio, 26per1 presenta ONDECORTE una serata dove niente è tradizionale e musica, narrazione e videoarte saranno l’uno naturale complemento dell’altro.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Dove sono?

Stai esplorando le voci con il tag Migrando su opzioniavariate.