Orientamento

5 febbraio 2016 § 1 Commento

Cercavano di rimandare la necessità di continuare a nutrirsi di pappagalli, la cui carne bluastra aveva un aspro odore di muschio.
«Non importa» diceva José Arcadio Buendia.
«L’essenziale è non perdere l’orientamento.»

[Gabrel Garcia Marquez, Cent’anni di solitudine]

gaga

 

Annunci

Di lavoro e di montagna

17 aprile 2015 § Lascia un commento

Da una lunga riflessione sul tema della libertà a partire dai racconti di Primo Levi contenuti ne La chiave a stella, Il sistema periodico e Ranocchi sulla luna è nato un saggio per la rivista Ô Metis che sarà pubblicato nei prossimi mesi.

Nell’ascoltare Faussone, si andava coagulando dentro di me un abbozzo di ipotesi, che non ho ulteriormente elaborato e che sottopongo qui al lettore: il termine ‘libertà’ ha notoriamente molti sensi, ma forse il tipo di libertà più accessibile, più goduto soggettivamente, e più utile al consorzio umano, coincide con l’essere competenti nel proprio lavoro e quindi nel provare piacere a svolgerlo.

[P. Levi, La coppia conica, in La chiave a stella, 1978, p. 145]

levi_roth_20150119105341Philip Roth e Primo Levi a Torino durante l’intervista contenuta in “Shop Talks”
(Pubblicata su “La Stampa” del 26.02.1988)

In occasione del 70°anniversario della Liberazione dal nazifascismo, l’associazione 26per1 sarà ospite del Circolo Quarto Stato di Cardano al Campo (Va) e proporrà una chiacchierata in musica che da quel saggio prende vita. Al piccolo spettacolo di 26per1 seguirà il live del cantautore siciliano Mimì Sterrantino e della sua band, gli Accusati, che presenteranno l’album Il lupo sul divano.

manifesto_24_aprile_def

Infine, a mezzanotte in punto, per festeggiare l’arrivo del 25 aprile, via alle danze:
26per1, Quarto Stato e Circolone di Legnano aderiscono a Liberi anche di cantare e di ballare, festa collettiva e dislocata sul territorio, organizzata da Radio Popolare Milano e dalla trasmissione Radio Milano Liberata.

L’appuntamento è per
venerdì 24 aprile – ore 21.30
al Circolo Quarto Stato, via Vittorio Veneto 1, Cardano al Campo.
INGRESSO GRATUITO

 

Tragedie & Altro

15 novembre 2014 § Lascia un commento

Prima Tragedie.
Segue Altro.

Tragedie.

25 dicembre 2002. Mancano una manciata di minuti all’una di pranzo e ancora Davide non scende. Suo padre guarda la tag con cui Davide ha impiastrato il muro di casa. C’è scritto maroooshh con le h che fanno un tutt’uno con la sottolineatura. Lo raggiunge un uomo in tuta scura, imbraccia un tubo che pare un lanciafiamme, parte dallo zaino e si allarga a imbuto come l’affare degli acchiappafantasmi. Davide! Urla suo padre. Davide non scende. Guardo l’uomo armato: spara sul muro un getto forte per cancellare marrooshh patendo dalle gobbe della m, dalla punta delle h; fa avanti e indietro di continuo, con un movimento orizzontale da mitragliatore esperto. Il padre di Davide impreca, l’uomo non sente, Davide non scende. Rispondo al telefono. Silvia caragna che la parrucchiera le ha tagliato i capelli come una vecchia, dice che quelle come lei, con i capelli crespi, non ci si mette un cazzo a invecchiarle di vent’anni di colpo. Siiiilvia, la chiamo con tono affranto, ma non le dico niente. Le racconto che il padre di Davide è incazzato nero per la tag, ma che Davide non scende. Lei è disperata. Mi allontano dalla finestra con la cornetta appesa all’orecchio. Affaccio l’orecchio libero sul corridoio per captare se in cucina qualcosa si muove, se abbiamo intenzione di andare a mangiare dalla nonna per esempio, o preferiamo crogiolarci nelle nostre tragedie.
Cosa fai te? Mi chiede Silvia tirando su col naso tra cosafai e te. Vado a mangiare da mia nonna, dico con tono ipotetico, ma sento mia madre che impreca al telefono. Chiedo subito a Silvia se mi sente, per coprire le urla di mia madre. Silvia non risponde, manda giù la saliva del pianto. Comunque Davide continua a non scendere, dico io. Mia madre urla al telefono che lei a pranzo non ci viene, che le dà il voltastomaco vedere suo fratello con il Rolex. Mio fratello fa scorrere la porta della stanza. Butta l’occhio al vetro. Mi fa un segno con la mano. Che cazzo succede? Che cazzo ne so. Faccio segno guarda e tocco il vetro con le nocche. Mio fratello si affaccia alla finestra. Chi è stato? Davide, dico, il fratello di quello che è andato X Factor. Mio fratello aggrotta le sopracciglia. Il piccolo dei Mainini, e da come glielo mimo sembra che Davide sia alto pressapoco come un comodino. Chiedo a Silvia di descrivermeli, questi ricci. Se glieli hanno fatti grossi e corti come Marylin oppure più raccolti, più da campagnola rumena granaio dell’URSS. Silvia caragna, dice che sembra un cane. La interrompo. intanto Davide è sceso in ciabatte, con i capelli legati e una fascia nera al polso. Suo padre lo afferra e lo piazza dietro all’acchiappafantasmi. Mio fratello ride, si siede senza staccare lo sguardo dal vetro, si accende una Muratti. Dalla cucina mia madre caccia un urlo perentorio: non se ne parla! Te li mando giù e io mi rimetto a letto. Noi? Chiedo io a mio fratello. A Silvia dico che una cosa positiva c’è. Ora di gennaio si saranno allungati di qualche millimetro, ci si abitua. Guardo mio fratello. Manda giù noi dalla nonna e lei non viene? Ripeto. Che fine ha fatto Davide? Fuori è rimasto solo l’uomo armato. Lo osserviamo. Ma mi stai ascoltando? Fa Silvia. Entra mia madre. In pigiama! Urla, sottointendendo siete ancora in. Mio fratello scatta come un elastico e fila in corridoio. Mia madre con una forza immane fa scorrere la porta fino a sbatterla contro lo stipite. La porta torna indietro. Sì, certo che ti ascolto Silvia. Dicevo, ai tagli ci si abitua, non è poi una tragedia.

Ora Altro:

Domani (domenica) ore 12.30 ci sono gli amici de La Balena Bianca a Bookcity a Milano:

Schermata 2014-11-15 a 11.43.16

Domenica prossima (il 23 di novembre) ci sono Pippo Balestra e Stella littlepoints Venturo @Camaleonte music bar di Busto Arsizio (via Ippolito Nievo 27) dalle 18.30 in poi @POETRY OUT LOUD – tutto by 26per1Circolo Gagarin.

Raccontare Storie – L’ ebook

10 settembre 2014 § Lascia un commento

RACCONTARE STORIE è un laboratorio di scrittura che ho tenuto la scorsa primavera, in collaborazione con l’associazione 26per1, di cui faccio orgogliosamente parte.

RACCONTARE STORIE è ora diventato un ebook – liberamente scaricabile dal sito di 26per1 e per i più pigri direttamente a questo link. Per ora ha formato pdf, ma ePub e mobi arriveranno presto. I racconti che trovate all’interno sono stati scritti dai partecipanti e sono – manco a dirlo – tutti bellissimi.

cover

 

PS 2014 – Oops! We Did It Again.

5 settembre 2014 § Lascia un commento

Non dovevamo farlo. O meglio, 26per1 sta aprendo il Circolo Gagarin, deve dipingere i muri, pagare l’elettricista, cercare un bancone con le misure giuste. Ma di PAESAGGI SONORI, questa era la sesta edizione, il giro di boa, lo scavallamento della cima; con la sesta edizione di un festival arrivare a dieci è un attimo, ha detto qualcuno. Tzè, chiedetelo al Genoa, ha detto qualcun altro. E poi non abbiamo una lira, che c’è il Circolo ancora tutto da sistemare.

Non ne abbiamo più parlato. Le settimane passavano e si stava tutti con la decisione da prendere e poco coraggio per farlo. Così, ad estate iniziata, durante una riunione come tante, abbiamo votato. Alzata di mano, poche moine, decisione affidata al lotto microcefalo della democratica maggioranza. Ed è così che, dopo una strategia attendista da post ’43, un commovente 10 a zero ci ha definitivamente convinto a farlo di nuovo.

Deep End

DOVE? ll posto è quello degli ultimi 3 anni: AREA FESTE di CARDANO al CAMPO (VA), via CARREGGIA – (QUI trovate tutte le indicazioni per arrivare).

QUANDO? Stasera e domani – venerdì 5 e sabato 6 settembre – dalle 19.30 trovate i cancelli aperti e la cucina funzionante.

COSA? Musica, Cinema e Letteratura. Nova Cain, Black Bear, Lucertulas, Raffaele Riba (Un giorno per disfare), Alien (Ridley Scott, 1979), Maurizio Abate, Al Doum & The Faryds, Appaloosa, Pierfranco Brandimarte (Premio Calvino), CasaSirio Editore, Pacific Rim (Guillermo del Toro, 2013).

COS’ALTRO? Una al giorno per Gaza di Vermi di Rouge, Live painting con Lara Orrico e Thelma Scott, serigrafie con Coste-Nine, proiezioni mute sci-fi, b-movie & trash.

QUANTO COSTA? NIENTE.

Allora?

programma_5programma_6

Architettura Urbana & Riutilizzo Temporaneo

8 marzo 2014 § Lascia un commento

Quest’anno il tema di FilosofArti è quello dell’Agorà.
26per1 ci invita a riflettere sull’utilizzo degli spazi pubblici, sulla loro dimensione artistica e sulla loro funzionalità sociale e urbana.
Siete dunque tutti invitati Domenica 16 Marzo dalle ore 19.00 al Camaleonte di via Ippolito Nievo 27 a Busto Arsizio. Intervengono Shht Magazine e temporiuso.

flyer

Shht Magazine – è una rivista che cerca di mettere in luce gli aspetti nascosti dell’architettura contemporanea urbana. I creatori ci racconteranno come luoghi di esclusione (manicomi, penitenziari) si sono trasformati nel tempo in luoghi di inclusione (spazio socio-aggregativi, aule universitarie) e presenteranno un nuovo numero dedicato questa volta, agli spazi sotterranei.
http://www.shht.eu/
https://www.facebook.com/SHHTeu?fref=ts

temporiuso – è un’associazione culturale che promuove progetti di riuso temporaneo di spazi in abbandono ed è anche una rete di collaborazioni con associazioni, attivisti e ricercatori a scala locale ed internazionale. L’obiettivo è riutilizzare in modo virtuoso stabili abbandonati attraverso progetti temporanei di animazione degli stessi.
http://www.temporiuso.org/
https://www.facebook.com/tempo.riuso?fref=ts

performAzione@PaesaggiSonori

29 agosto 2013 § Lascia un commento

La rassegna letteraria di Paesaggi Sonori si chiama performAzione e ha un sottotitolo banale quanto necessario: la letteratura che cambia le cose. Il Festival di Musica Cinema e Letteratura in programma i prossimi 5-6-7 Settembre presso l’Area Feste di Cardano al Campo (Va), quest’anno compie 5 anni e festeggia con l’entrata gratuita per tutti e un programma, se possibile, ancora più ricco degli altri anni. Qui sotto trovate quello di performAzione che propone la presentazione di un libro, quella di un progetto di letteratura urbana e uno Slam! poetry a cui invito tutti voi a partecipare.

ps2013_postcaro

Giovedì 5 ore 21.00
Si comincia con la presentazione di un libro importante: A viso coperto di Riccardo Gazzaniga, pubblicato da Einaudi Stile Libero e vincitore del Premio Calvino 2012. Riccardo Gazzaniga è anche un poliziotto; stadi in ebollizione, ultras e scontri diretti sono il suo mestiere. Ci racconta questo, il suo romanzo e molto altro, in una chiacchierata moderata da Marcoandrea Spinelli.

Venerdì 6 ore 21.00
La sera del venerdì è la volta di un progetto che, anche se non sembra, ci assomiglia: Fight-Specific Isola, finanziato attraverso crowdfunding, racconta le trasformazioni sociali, architettoniche e culturali dell’Isola, lo storico quartiere milanese. Antonio Brizioli, tra i promotori dell’iniziativa, presenta il volume che ne è nato, insieme ad Andrea Cegna di Radio Popolare.

Sabato 7 ore 20.15
Il sabato il microfono è aperto: Space Invaders è un esperimento di Slam! Poetry in cui chi ha già aperto uno spazio ci dice com’è andata, e chi invece non ha un posto dove andare ci spiega perché gli manca. Perché senza posti dove stare, non si può stare. Per iscriversi basta inviare una mail con il proprio pezzo a crespi.carolina@gmail.com. Per maggiori informazioni sul regolamento dello Slam cliccate qui.

CONTATTI

associazione26per1@gmail.com

http://paesaggisonori.tumblr.com

http://ventiseiperuno.wordpress.com

http://www.frohike.it

http://www.redbox.va.it

Dove sono?

Stai esplorando le voci con il tag 26per1 su opzioniavariate.