Nebbie

1 ottobre 2012 § Lascia un commento

personaggi secondari, fastidiosi, belli.

[…]

Era convinto che in ultima analisi tutto è forma, forma più o meno interiore; e che l’universo stesso è un caleidoscopio di forme innestate una nell’altra, e che tutte le grandi opere che si salvano dalla devastazione dei secoli, vivono per la forma; stava elaborando, con la precisione propria dei meravigliosi artefici del rinascimento, il linguaggio con cui doveva rivestire tutte le sue future fatiche.

[…]

-Mi dica…
-Dichiara, quello scrittore, e lo dice in latino, che mentre ciascun uomo possiede la propria anima, tutte le donne hanno una sola e medesima anima, un’anima collettiva, qualcosa come l’intelletto di Averroé, suddivisa fra tutte. E aggiunge che le differenze che si osservano nel modo di sentire, pensare ed amare di ciascuna donna provengono unicamente dalle differenze del corpo dovute alla razza, al clima, all’alimentazione, e che perciò sono insignificanti. Le donne, dice quello scrittore, si somigliano tra loro molto più degli uomini, perché tutte insieme sono una sola ed unica donna..
-Ecco perché, caro Paparrogopulos, da quando mi sono innamorato di una donna, mi sono innamorato di tutte le altre.

[Miguel de Unamuno, Nebbia]

Annunci

Tag:, ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Nebbie su opzioniavariate.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: